Blog

Migliori pratiche di marketing legate alla privacy

Featured Image

 

Le migliori pratiche di marketing che ispirano fiducia: Mettete la privacy degli utenti al centro delle vostre attività di marketing per costruire relazioni più forti.

Nei sei anni di presenza di OneTrust nel settore, abbiamo visto il panorama della privacy passare dalla conformità alla gestione della fiducia. Al centro di questa evoluzione c’è il punto di intersezione tra la gestione del consenso e delle preferenze, da un lato, e la privacy e l’esperienza del cliente, dall’altro.

Oggi le aziende si sforzano di offrire esperienze mirate e personalizzate rispettando i vincoli delle leggi internazionali sulla protezione dei dati personali. Con l’emergere di nuove normative in tutto il mondo, la fidelizzazione dei clienti sarà essenziale, poiché la fiducia costituisce la spina dorsale dello scambio di valore tra clienti e aziende.

Numerosi report indipendenti indicano che i consumatori sono più disposti a condividere i propri dati con i marchi di cui si fidano. Di fronte alle crescenti minacce alla fiducia dei consumatori, che si tratti di un aumento del numero di violazioni dei dati o di episodi di cattiva gestione dei dati, la tutela della fiducia è diventata un vantaggio. una competizione decisiva. 

Analizziamo più da vicino questa relazione tra gestione delle preferenze, fiducia e processi aziendali, in particolare la tecnologia di marketing (MarTech) e altre piattaforme abilitate ai dati.

 

Scarica il whitepaper, Il valore aziendale della gestione del consenso e delle preferenze

 

Marketing e conformità

I marketer si sforzano di massimizzare il valore delle relazioni con i clienti creando forti affinità con il marchio e il prodotto. Una parte importante di questo lavoro consiste nell’acquisire dati, sfruttarli e utilizzarli per creare customer experience d’impatto. I marketer sono responsabili della creazione e del mantenimento di un numero significativo di punti di contatto per la raccolta e l’attivazione dei dati da utilizzare in tutti i servizi.

Questi punti di contatto spesso comportano accordi aziendali complessi, come il marketing congiunto e i servizi di terze parti che si basano sulla condivisione dei dati. Le implicazioni di conformità di queste partnership sono sempre più frammentate ed elaborate. I team devono trovare un equilibrio tra la soddisfazione delle aspettative dei consumatori e il rispetto degli obblighi legali.

Questa linea d’azione è difficile da mantenere. Spesso le parti in gioco sono molteplici, compresi i diversi stack tecnologici utilizzati dai team che sfruttano i dati provenienti dai punti di contatto del marketing. Inoltre, ogni team può avere una visione diversa (e talvolta obsoleta) dell’uso appropriato e conforme dei dati, il che presenta nuovi rischi nel contesto attuale.

Passare dalla conformità alla fiducia non può essere un compito che il marketing può affrontare da sé.

 

Marketing e fiducia

Il primo passo consiste nello stabilire politiche interne conformi alle normative, agli standard e ai quadri di riferimento. Sebbene questo compito spetti ai team che si occupano di privacy e governance, spetta al team di marketing esaminare le regole stabilite e il modo migliore per implementarle.

Il secondo passo consiste nell’esaminare come orientarsi tra queste politiche sui dati per creare valore per i clienti. Si tratta di creare un database vendibile che consenta l’attivazione e la personalizzazione dei dati con fiducia.

Un programma olistico di gestione del consenso e delle preferenze lo rende possibile creando un sistema che gestisce la raccolta, il mantenimento e l’attivazione dei dati per l’intero lifecycle del cliente.

 

Utilizzare il consenso e la gestione delle preferenze per creare fiducia

Siate trasparenti

La trasparenza nel processo di raccolta dei dati offre al vostro team di marketing la possibilità di avere successo fin dall’inizio. Fornite le informazioni e i controlli giusti ai clienti nella loro prima interazione con la vostra azienda.

Un’informativa sulla privacy completa al momento della raccolta dei dati è un vostro obbligo, ma quali sono i passi aggiuntivi che potete fare per demistificarne il contenuto per i consumatori? Questi passi in più non solo vi permettono di soddisfare in modo più efficace le loro esigenze, ma creano anche una base di fiducia basata sulle aspettative che avete stabilito per loro fin dal primo giorno.

 

Creare percorsi coerenti per i clienti

Creare un percorso coerente vi consentirà di sfruttare al meglio i dati dei clienti e vi renderà più preziosi per l’utente finale.

Considerate i diversi modi in cui i clienti interagiscono con la vostra azienda. Il percorso può iniziare sul vostro sito web, dove i clienti interagiscono con un semplice cookie banner. Se il cliente acconsente alla raccolta e all’elaborazione dei dati, dovreste essere in grado di trarne vantaggio nei contatti successivi.

Ad esempio, l’iscrizione a una newsletter mirata. Oppure, se accede alla vostra applicazione mobile, la schermata iniziale può visualizzare i prodotti più rilevanti in base alle sue preferenze.

Per ottenere questo risultato sono necessari sistemi flessibili che attingono a un’unica fonte di verità per l’attivazione dei dati.

 

Creazione di modelli di persona

Lo sviluppo di una customer personas crea dei canali attraverso i quali i team di marketing possono realizzare customer journey mirati e coerenti. I fattori che concorrono alla composizione di una persona devono considerare i dati demografici, le preferenze dei clienti in termini di prodotti, la frequenza e il canale di comunicazione preferiti e i livelli di coinvolgimento.

Questi dati possono essere accumulati attraverso interazioni multiple in un periodo di tempo. La chiave è implementare un sistema che raccolga, memorizzi e attivi in modo olistico ed efficiente le informazioni personali dei clienti sulle varie piattaforme in cui si sfruttano i dati.

Rispettare le scelte di consenso permettendo loro di essere presenti in tutta la customer experience.

La personalizzazione dimostra ai clienti il valore della condivisione dei dati. Potete stabilire una base fondamentale di fiducia mostrando agli utenti che vi preoccupate quando impostano una preferenza.

Se siete stati trasparenti sul significato del consenso per i consumatori, questi si aspetteranno da voi esperienze personalizzate. Per loro, le interazioni iniziano e finiscono con il vostro marchio, indipendentemente dalla tecnologia che le rende possibili.

Ecco perché le integrazioni tra il vostro database con un’unica fonte di verità e i servizi MarTech sono così importanti. Dovreste sfruttare queste integrazioni per rispettare le scelte dei clienti e consentire loro di esprimere le proprie preferenze senza soluzione di continuità attraverso i dispositivi e i canali.

 

Mantenere aggiornate le scelte di consenso e di preferenza dei clienti

Ricordate ai clienti le loro scelte e preferenze di consenso a intervalli regolari. Questa non è solo una buona pratica per motivi di conformità, ma dovrebbe anche aiutare il marketing e gli altri team di vendita a ottenere risultati migliori quando lavorano con un database altamente impegnato.

 

Scopri di più OneTrust consent and preference management

OneTrust può aiutare il vostro team a creare esperienze unificate che soddisfino i clienti e creino fiducia.

Scoprite OneTrust consent and preference management, che è più di un cookie banner. Con OneTrust è facile acquisire, centralizzare, governare e attivare il consenso, le preferenze e i dati di prima parte tra i vari team, le piattaforme MarTech e le altre app, mettendo in primo piano la fiducia e la trasparenza.

Onetrust All Rights Reserved